DOMENICA DI PASQUA – AUGURI –

DOMENICA DI PASQUA

Auguri per una Santa Pasqua a ciascuno di voi

don Maurilio, don Franco, don Giovanni

don Gianni, don Silvio e il signor Marco.

 

Auguri di Pasqua

 

Fa' di me, Signore,

un arcobaleno di bene,

di speranza e di pace.

Un arcobaleno

che per nessun motivo

annunci ingannevoli bontà,

speranze vane

e false immagini di pace.

Un arcobaleno

sospeso da Te nel cielo,

che annunci il tuo amore

di Padre,

la risurrezione del tuo Figlio,

la meravigliosa azione

del tuo Spirito Santo.

(H. Camera)

 

 

 

 

Rito Ambrosiano –

Liturgia della Parola di domenica 27 marzo 2016

 

 

 

Questo è il giorno che ha fatto il Signore; rallegriamoci e in esso esultiamo

 

Lettura – At 1, 1-8° – Gesù si mostrò viso agli apostoli, dopo la sua passione, apparendo per quaranta giorni. Riceverete la forza dallo Spirito Santo che scenderà su di voi.

Salmo 117(118) – Questo è il giorno che ha fatto il Signore; rallegriamoci e in esso esultiamo

Epistola – 1Cor 15,3-10a – Cristo morì secondo le Scritture, è risorto il terzo giorno, apparve a Cefa, agli apostoli, a più di cinquecento fratelli.

Vangelo – Giovanni 20,11-18 – Nel giardino dell’Eden si consuma il dramma della separazione, nel giardino della Pasqua si riaccende la gioia della relazione. In quel tempo. 11Maria di Màgdala stava all’esterno, vicino al sepolcro, e piangeva. Mentre piangeva, si chinò verso il sepolcro 12e vide due angeli in bianche vesti, seduti l’uno dalla parte del capo e l’altro dei piedi, dove era stato posto il corpo di Gesù. 13Ed essi le dissero: «Donna, perché piangi?». Rispose loro: «Hanno portato via il mio Signore e non so dove l’hanno posto». 14Detto questo, si voltò indietro e vide Gesù, in piedi; ma non sapeva che fosse Gesù. 15Le disse Gesù: «Donna, perché piangi? Chi cerchi?». Ella, pensando che fosse il custode del giardino, gli disse: «Signore, se l’hai portato via tu, dimmi dove l’hai posto e io andrò a prenderlo». 16Gesù le disse: «Maria!». Ella si voltò e gli disse in ebraico: «Rabbunì!» – che significa: «Maestro!». 17Gesù le disse: «Non mi trattenere, perché non sono ancora salito al Padre; ma va’ dai miei fratelli e di’ loro: “Salgo al Padre mio e Padre vostro, Dio mio e Dio vostro”». 18Maria di Màgdala andò ad annunciare ai discepoli: «Ho visto il Signore!» e ciò che le aveva detto.

(Immagine: Gli angeli della resurrezione, Arcabas)