DOMENICA DI PENTECOSTE

DOMENICA DI PENTECOSTE

Anno C – Rito Ambrosiano – 15 maggio 2016

Del tuo Spirito, Signore, è piena la terra

 

 

arcapas.

Arcabas, Pentecoste

 

LETTURA degli Atti degli Apostoli. 2,1-11 – 1Mentre stava compiendosi il giorno della Pentecoste, i discepoli si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. 2Venne all’improvviso dal cielo un fragore, quasi un vento che si abbatte impetuoso, e riempì tutta la casa dove stavano. 3Apparvero loro lingue come di fuoco, che si dividevano, e si posarono su ciascuno di loro, 4e tutti furono colmati di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, nel modo in cui lo Spirito dava loro il potere di esprimersi.5Abitavano allora a Gerusalemme Giudei osservanti, di ogni nazione che è sotto il cielo.6A quel rumore, la folla si radunò e rimase turbata, perché ciascuno li udiva parlare nella propria lingua. 7Erano stupiti e, fuori di sé per la meraviglia, dicevano: «Tutti costoro che parlano non sono forse Galilei? 8E come mai ciascuno di noi sente parlare nella propria lingua nativa? 9Siamo Parti, Medi, Elamiti, abitanti della Mesopotamia, della Giudea e della Cappadocia, del Ponto e dell’Asia, 10della Frigia e della Panfilia, dell’Egitto e delle parti della Libia vicino a Cirene, Romani qui residenti, 11Giudei e proseliti, Cretesi e Arabi, e li udiamo parlare nelle nostre lingue delle grandi opere di Dio».

SALMO 103 (104): Del tuo Spirito, Signore, è piena la terra.

Benedici il Signore, anima mia: Signore, mio Dio, quanto sei grande! Quanto sono grandi, Signore, le tue opere! La terra è piena delle tue creature. Rit.

Se togli lo Spirito, muoiono e ritornano nella loro polvere. Mandi il tuo spirito, sono creati,  e rinnovi la faccia della terra. Rit.

La gloria del Signore sia per sempre; gioisca il Signore delle sue opere. A lui sia gradito il mio canto; la mia gioia è nel Signore. Rit.

EPISTOLA, Prima ai Corinzi 12,1-11 – 1Riguardo ai doni dello Spirito, fratelli, non voglio lasciarvi nell’ignoranza. 2Voi sapete infatti che, quando eravate pagani, vi lasciavate trascinare senza alcun controllo verso gli idoli muti. 3Perciò io vi dichiaro: nessuno che parli sotto l’azione dello Spirito di Dio può dire: «Gesù è anàtema!»; e nessuno può dire: «Gesù è Signore!», se non sotto l’azione dello Spirito Santo. 4Vi sono diversi carismi, ma uno solo è lo Spirito; 5vi sono diversi ministeri, ma uno solo è il Signore; 6vi sono diverse attività, ma uno solo è Dio, che opera tutto in tutti. 7A ciascuno è data una manifestazione particolare dello Spirito per il bene comune: 8a uno infatti, per mezzo dello Spirito, viene dato il linguaggio di sapienza; a un altro invece, dallo stesso Spirito, il linguaggio di conoscenza; 9a uno, nello stesso Spirito, la fede; a un altro, nell’unico Spirito, il dono delle guarigioni; 10a uno il potere dei miracoli; a un altro il dono della profezia; a un altro il dono di discernere gli spiriti; a un altro la varietà delle lingue; a un altro l’interpretazione delle lingue. 11Ma tutte queste cose le opera l’unico e medesimo Spirito, distribuendole a ciascuno come vuole.

LETTURA del Vangelo secondo Giovanni 14,15-20 – In quel tempo. Il Signore Gesù disse ai suoi discepoli: 15«Se mi amate, osserverete i miei comandamenti; 16e io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paraclito perché rimanga con voi per sempre, 17lo Spirito della verità, che il mondo non può ricevere perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete perché egli rimane presso di voi e sarà in voi. 18Non vi lascerò orfani: verrò da voi. 19Ancora un poco e il mondo non mi vedrà più; voi invece mi vedrete, perché io vivo e voi vivrete. 20In quel giorno voi saprete che io sono nel Padre mio e voi in me e io in voi».

PREGHIERA ALLO SPIRITO SANTO

Spirito di Dio, fa’ della tua Chiesa un roveto che arde di amore per gli ultimi.

Alimentane il fuoco col tuo olio, perché l’olio brucia anche.

Da’ alla tua Chiesa tenerezza e coraggio. Lacrime e sorrisi.

Rendila spiaggia dolcissima per chi è solo e triste e povero.

Disperdi la cenere dei suoi peccati. Fa’ un rogo delle sue cupidigie.

E quando, delusa dei suoi amanti, tornerà stanca e pentita a Te,

coperta di fango e di polvere dopo tanto camminare, credile se ti chiede perdono.

Non la rimproverare. Ma ungi teneramente le membra di questa sposa di Cristo

con le fragranze del tuo profumo e con l’olio di letizia.

E poi introducila, divenuta bellissima senza macchie e senza rughe,

all’incontro con Lui perché possa guardarlo negli occhi senza arrossire,

e possa dirgli finalmente: “Sposo mio”. (Mons. Tonino Bello)

 

 

IN CAMMINO CON ME (Veglia Ecumenica  di Pentecoste – Milano, 7 giugno 2014)

In cammino, con me, c’è uno Spirito che scorre: Spirito che non mi lascia mai. 

In cammino, con me, questo Spirito che scorre resterà con me finché vivrò. 

In cammino, con me, questo Spirito è amore che scorre e resterà sempre con  me. 

In cammino, con me, c’è uno Spirito che cresce: Spirito che non mi lascia mai. 

In cammino, con me, questo Spirito che cresce resterà con me finché vivrò. 

In cammino, con me, questo Spirito è speranza che cresce e resterà sempre con me. 

In cammino, con me, c’è uno Spirito che gioca: Spirito che non mi lascia mai. 

In cammino, con me, questo Spirito che gioca resterà con me finché vivrò. 

In cammino, con me, questo Spirito è una festa che gioca e resterà sempre con me. 

Verso il Regno di Dio, mio principio e mio destino, è la strada che percorro già. 

In cammino, con me, il tuo Spirito mi affianca, verso un Regno che conosco già. 

In cammino, con me, verso il Regno del Signore che aspetto, che conosco, che verrà. 

 

INVOCARE LO SPIRITO SANTO (da Preghiera dei giorni di Bose)

Vieni, Spirito Santo

Senza di te i nostri orecchi non ascoltano e i nostri cuori non sanno custodire la Parola. R. 

Senza di te la nostra mente non comprende e i nostri cuori non sanno trovare la sapienza. R. 

Senza di Te i nostri occhi non vedono e i nostri cuori non sanno accogliere il tuo amore. R. 

Senza di te la nostra bocca non prega e i nostri cuori non sanno gridare “Abbà”. R. 

Senza di te le nostre mani si chiudono e i nostri cuori non sanno aprirsi ai fratelli. R. 

Senza di te non sappiamo incontrare l’altro e i nostri cuori non sanno cosa sia l’amore. R.

 

 

INONDAMI DEL TUO SPIRITO (Card. Newman)

O Gesù,

inondami del tuo Spirito e della tua vita.

Penetra in me e impossessati del mio essere,

così pienamente, che la mia vita

sia soltanto un’irradiazione della tua.

Aiutami a spargere

il profumo di Te, ovunque vada.

Che io cerchi e veda non più me,

ma soltanto Te.

Fa’ che io ti lodi, nel modo

che a Te più piace,

effondendo la tua luce

su quanti mi circondano.

Che io predichi Te senza parlare,

non con la parola, ma col mio esempio,

con la forza che trascina,

con l’amore che il mio cuore

nutre per Te. Amen